lunedì 1 settembre 2008

I DIRITTI UMANI? NON LI MERITIAMO

Sono arrabbiato...e davvero tanto..quello che è accaduto ieri alla stazione centrale di Napoli mi ha dato ai nervi..e mi da ancora più ai nervi la probabile decisione che ci sarà domani da parte dell'osservatorio..sentivo stasera al tg il lancio del sondaggio con questa domanda: "credi sia giusto punire con penalizzazioni le squadre per le intemperanze dei proprio tifosi?" Complimenti per la domanda..scarichiamo sugli altri le responsabilità altrui..così le società di calcio saranno completamente in mano a questi teppisti..ieri è stato dato il via libera ad alcune trasferte ma dico io volete prendere provvedimenti per una scelta del genere? Che senso ha non mettere treni speciali? La colpa è di chi ci governa..ma a cosa cavolo pensano??? Che questi bastardi teppisti vengano colpiti dalla grazia? Questi dovrebbero essere solo colpiti a colpi a colpi di calci in bocca ed ai lavori forzati..sentire dire i tifosi napoletani hanno portato lo scompiglio..io sono tifoso del Napoli e non mi va di essere identificato con questi disgraziati falliti, non me ne vado in giro a fare danni e come me la grandissima maggioranza di quei milioni di tifosi sparsi in tutto il mondo..avete visto che sono? Sbatteteli dentro!!! Alla fine del primo tempo si vedevano chiaramente in volto quei teppisti ma state ben certi che non pagheranno..noi usufruiamo dei diritti umani! Ma quali diritti?! Si è tanta criticata la Cina contro il Tibet ma lì avranno tanti difetti ma almeno si fanno rispettare le regole..anch'io allora voglio l'indipendenza da questi teppisti! Sicuramente persone di responsabilità non leggeranno mai questo post ma se dovesse capitare a qualcuno di farlo, spiegatemi a cosa serve vietare le trasferte e colpire la parte sana delle tifoserie..fate leggi, anzi, credo ci siano, ed allora fatele rispettare, anche con la forza! Maroni dice che ha mandato l'esercito a Napoli, finora non ho visto nemmeno un soldato! Io tifo Napoli ma se devo abbracciarmi con un tifoso avversario lo faccio tranquillamente, ma in tutto questo lo sport non c'entra nulla..ieri è accaduto qui, domani non si sa..fermateli finchè potete, sbatteteli dentro e buttate la chiave..o ripristiniamo la pena di morte!

10 commenti:

AndreA ha detto...

Quei personaggi NON sono tifosi, di certo. Della partita non gli frega nulla!!!

Purtroppo, L'OSSERVATORIO ha fatto un grande errore, perchè si sapeva che qualche problema sarebbe successo, se non ricordo male infatti nello scorso campionato, impedirono ai tifosi romanisti di andare a Napoli. Quindi anche in questo caso, avrebbero dovuto bloccare il cosiddetto "tifo organizzato".

Hai ragione che bisognerebbe SEMPLICEMENTE far rispettare le leggi, ma bisogna anche pensare che è molto più semplice impedire le trasferte "AL TIFO ORGANIZZATO".
Dico questo perchè, in un momento in cui, addirittura viene mandato in campo l'esercito per la difesa delle città (scelta che non mi vede d'accordo!!), è impensabile che per una partita di calcio, cioè per dello SPORT, si debba utilizzare un dispiegamento di forze dell'ordine che manco in caso di guerra civile si utilizzerebbe.

I corpi di polizia sono numericamente deficitari, già per il normale controllo della nostra sicurezza.
Se la domenica mandiamo la maggior parte di loro negli stadi, chi resta nelle città?

Non sono d'accordo con te circa la pena di morte, anche se capisco che il Tuo è uno sfogo.


Intanto, in attesa del processo, diversi "tifosi" sono già a casa.

Un abbraccio, buona giornata!! :-)

Caterina ha detto...

problema serio quello dei tifosi. ora si parla dei napoletani, ma non ci sono solo loro.
personalmente non sono tifosa, quindi magari non riesco a capire bene la cosa, ma secondo me sarebbero tutti da sorbottare ininterrottamente uno per uno, fino allo stremo.
bisogna far qualcosa, prendere provvedimenti, che siano questi la galera, la chiusura degli stadi, l'annullamento delle partite, qualcosa.
magari non è giusto per tifosi appassionati e tranquilli come te, ma dal mio punto di vista esterno alla mondo del calcio, ti chiedo, è veramente giusto continuare a fare il tifo per quello che ormai non è più calcio, una bella partita, ma piuttosto una bella rissa e una tragedia dietro l'altra?
magari ci vorrà un pò di tempo, e tante proteste da parte dei buoni tifosi, ma alla lunga saranno ricompensati con il vero calcio, non con i calci gratuiti.

cristy ha detto...

sono d'aCCORDO CON cATERINA,purtroppo non serve e non serviranno a niente le regole etutti gli accorgimenti, un lungo e duraturo se non durissimo provvedimento potrebbe risovere la questione.
Il calcio non e' piu' un sport fatto di tifosi semplici sbandieratori e slogan , ma solo un pretesto per sfogarsi!

luce ha detto...

Esistono molti tipi di tifosi e molti tipi di persone, alcuni di questi sono esseri umani altri disumani e come tali andrebbero trovati e colpiti ma non con i manganelli con delle sonore multe per ricostruire ciò che è stato distrutto.

Bruno ha detto...

Purtroppo non è semplice identificare tutti quelli "buoni" e dividerli da quelli "cattivi".... cosi il rischio piu' grosso è che la pagano tutti. Io simpatizzo per il Toro ma non sono un tifoso accanito, fosse per me e se fossero tutti come me gli stadi sarebbero completamente vuoti... non è piu' calcio quello di oggi e nelle tifoserie si inseriscono e si mimetizzano Criminali che approfittano per fare cio' che è successo domenica ed infinite altre volte.
Ora, pero', al di la dei provvedimenti che sono stati presi che possono essere condivisi oppure no, ieri sera nei vari TG non ho sentito da nessuna parte da dove prenderenno, per pagare i danni, i 500.000 euro per le FS e i 60.000 euro per i bus romani? Forse tocca nuovamente a tutti noi? Maroni utilizza una linea dura che fa SLOGAN ma una volta individuati i nomi e cognomi e denunciati sarebbe anche il caso di far pagare a loro i danni, è molto semplice X denunce / 560.000 .... fatto...... e poi manganellate sulla schiena. Sono incazzato tanto quanto te perchè da simpatizzante di una squadra sto incominciando ad odiare questo sport per tutti gli eventi esterni che succedono.

Bruno ha detto...

Pienamente d'accordo con il tuo commento e so benissimo che pochi sono cosi, per fortuna......
condivido quello che hai scritto, non c'entra essere napoletani o torinesi o milanesi....abbiamo avuto degli esempi schifosissimi in tutte le città d'Italia....come in tutto, non solo nel calcio, le leggi ci sono, le regole anche....ma entrambe non vengono rispettate e soprattutto fatte rispettare...

mi sono permesso di aggiungere il tuo blog fra i link nostri amici, se ti fa piacere uno scambio link lasciaci un commento, grazie.....

ciaoooooooooooo

mina ha detto...

E' giusto n on fare di tutta l' erba un fascio, e concordo con te sul fatto che ci vuole molta più severità e molti più controlli.
Ma quando tutta la polemica sarà finita anche questo episodio tornerà nel dimenticatoio chiamato Italia!

Maurizio ha detto...

E' un problema serio quello degli atti di violenza tra le tifoserie... teppismo e delinquenza trovano negli stadi una notevole cassa di risonanza... e pochi imbecilli senza scrupoli o semplicemente senza cervello rovinano uno spettacolo che dovrebbe essere di tutta la gente "normale"... purtroppo tutto questo rappresenta la società in cui viviamo, in tutto e per tutto... che dire... c'è poco da dire... e nulla si fa... punto.

Sergio ha detto...

ANDREA: io invece penso che anche vietare al tifo organizzato le trasferte non serve a nulla..questi pochi di buono basta che siano riuniti in una sola macchina e possono far danni..ci vogliono leggi..il calcio non c'entra..oggi vietano le trasferte al Napoli e chiudono le curve..ma per le altre tifoserie cosa si aspetta, il morto?

CATERINA: non so se lo sai, ma qui a Napoli calcisticamente parlando ce la siamo passati male col fallimento e la retrocessione in serie C1 ed anche nella terza serie il San Paolo era l'unico stadio quasi sempre pieno, nemmeno in Champions è così..d'accordo con te nell'applicazione delle leggi ma che siano severe!

CRISTY: hai detto la frase giusta: il calcio è solo un pretesto per sfogarsi! Non aggiungo altro..

LUCE: hai ragione..chi distrugge dovrebbe pagare, invece alla fine siamo sempre noi, onesti cittadini, a pagare per colpa degli altri..

Sergio ha detto...

BRUNO: grazie per essere passato da me e per avermi aggiunto..faccio lo stesso con te, a presto

MINA: anche tu ci hai preso bene: tutto andrà nel dimenticatoio chiamato Italia e per ora paga sempre e solo Napoli

MAURIZIO: quello che mi lascia perplesso è che gli stadi sono zone franche dove puoi fare quello che ti pare..ecco perchè non ci vado da anni..eppure è così bello vedere in altri paesi intere famiglie ad una partita o come è accaduto ai recenti europei, vedere le tifoserie mischiate..quanto dobbiamo ancora crescere in Italia! Siamo da terzo mondo!