domenica 11 maggio 2008

LA TESTA TROPPO GRANDE

Buona domenica, vi riporto una notizia alquanto curiosa letta su un quotidiano locale ieri..

Tra tanti napoletani che, purtroppo, continuano a girare in scooter senza casco, ce n'è uno che vorrebbe indossarlo ma non può perché la sua testa è troppo grande: un signore di 42 anni. Per tutti, vista la sua altezza di un metro e novantasette centimetri, è il gigante buono che lavora per piccole botteghe come aiutante. Nello specifico porta la spesa ai clienti di una salumeria e di un fruttivendolo, sempre in sella al suo scooter.
Ma, quella testa così grande, non gli consente di indossare il copricapo, per cui spesso viene multato dai vigili per guida senza casco. Nell'ultimo anno ha ricevuto più di cento multe, che non si dice disposto a pagare, in quanto il suo - dice - «è un caso particolare».
Per essere in regola, infatti, il "ragazzone" dovrebbe farsi costruire da una fabbrica di caschi situata al nord Italia un copricapo su misura. Il che significherebbe inventare una nuova taglia e quindi pagare la realizzazione di un nuovo brevetto. Il che, gli hanno detto, costerebbe almeno 120mila euro. Soldi che non può proprio permettersi.
Più volte ha provato a rivolgersi ai titolari di negozi che vendono i caschi, ma inutilmente: non ha mai trovato l'elmetto della sua misura, ovvero quello capace di contenere la sua testa. «La sua è una situazione paradossale e va aiutato». Una situazione dalla quale, appunto, può venir fuori soltanto se qualcuno gli tende la mano.
«Non riuscirò mai a pagarmi la costruzione di un casco su misura - afferma la persona in questione - per cui, l'unico modo per essere in regola quando sono sul motorino è quello di avere un permesso speciale rilasciato dal sindaco Rosa Russo Jervolino o dal prefetto Alessandro Pansa.
A loro chiedo un aiuto da cittadino che vuole rispettare le leggi ma che non può farlo a causa dell'inesistenza di un casco delle dimensioni della sua testa. Se potessi fare a meno di guidare lo scooter lo farei - conclude - ma con quello ci lavoro».

Questa è una delle tante storie assurde alle quali basterebbe poco per risolverle..

6 commenti:

`°*ஜღ Moka ♥ღஜ*°´ ha detto...

che storia insolita..... certo che questo signore è proprio sfortunato!! comunque credo che la soluzione più possibile sia di ricevere un permesso per poter girare senza il caso anche se, potrebbe risolvere andando in giro con uno di quei motorini coperti.... non so di preciso come si chiamano ma li ho visti in giro... li non credo che ci sia obbligo di casco... o forse si??? trovare più di centomila euro non è facile, ma anche se fosse.... io prima di spenderli in un caso cambierei lavoro!!! un bacio sergio, a presto!

MIRKO ha detto...

Comprare una moto BMW o un Piaggio che costano molti euro e usarlo a Napoli non mi sembra fattibile anche perchè dopo 5 minuti se li ruberebbero.
Penso che il sindaco tra tutti i vari impegni che ha potrebbe trovare 5 minuti per risolvere questo guaio.

-~·*' Nabuck '*·~- ha detto...

Dovrebbe scrivere a Striscia! Appena arrivano loro i vari sindaci, assessori, ecc., si fanno in quattro per risolvere i problemi piuttosto che sfigurare in TV!
Un salutone

Sergio ha detto...

MOKA: sinceramente non so se con quel tipo di scooter il casco sia obbligatorio o meno..certo è naturale, se dovesse spendere tanti soldi per un casco meglio cambiare lavoro..ma il problema è proprio quello: dov'è un altro lavoro? :(

MIRKO: non è vero che subito li ruberebbero..potrebbe accadere lo stesso in qualunque altra città..

NABUCK: hai ragione, secondo me contattando striscia o le Iene il problema si risolve subito..

S E R E N A ha detto...

Li ruberebbero...li ruberebbero :))

Diciamo che il signore è alquanto sfortunato...ma poverino!!...a questo punto magari meglio comprare una bicicletta elettrica...anche per quella ci vuole il casco? :?

Sergio ha detto...

SERENA: uffa..al massimo li prendono in prestito ;) non so se con la bici elettrica ci voglia lo stesso il casco, non ne ho proprio idea..vedremo..se saprò qualche sviluppo ve lo farò sapere